Perché investire i propri soldi autonomamente

Perché investire i propri soldi autonomamente

Perché investire i propri soldi autonomamente

di 5 maggio 2016 0 commenti

Questa è una delle domande che mi è stata posta con maggiore insistenza da tutti coloro che, leggendo TradingReale, si sono avvicinati incuriosendosi al mondo del trading.

Innanzitutto, chi meglio di ciascuno di noi può avere un occhio di riguardo per i propri soldi? Il risparmiatore è abituato a dare ad una banca o ad un consulente finanziario i propri risparmi e il denaro che ha destinato ad investimenti. Ma vi invito a porvi una domanda: fareste acquistare ad una altra persona la vostra automobile o la vostra casa senza neanche averla mai vista?

Credo proprio di no!

Quando andiamo a fare un acquisto siamo informatissimi, abbiamo opinioni nostre abbastanza precise, quindi ascoltiamo consapevolmente ciò che un esperto ci consiglia. Non si capisce perché, invece, quando si tratta dei nostri risparmi li affidiamo ad altri a scatola chiusa come se ce ne volessimo liberare: strano è vero?

Un altro aspetto da valutare con attenzione è a chi affidiamo i nostri risparmi. Pensate che una banca metta al primo posto i nostri interessi? È chiaro che per la banca è conveniente tutelare il cliente per tenerselo stretto, ma se pensate bene, alla banca, per ‘tenersi’ il cliente basta essere un poco meglio rispetto alla concorrenza. Ma questo poco, basta a tutelare il risparmiatore? Decisamente no! Le banche hanno interesse, proprio per questi motivi, a non ‘farsi male’, cioè a farsi una concorrenza non troppo accanita per non essere costrette a perdere una parte del proprio profitto.

Plus500

Un discorso a parte meritano i consulenti finanziari, che sono preparatissimi sui prodotti che la loro banca fornisce e che hanno ricevuto una preparazione specifica proprio dalla stessa banca, ma che, il più delle volte, purtroppo, non hanno consapevolezza sulla gestione di questi strumenti finanziari e non fanno altro che rispettare passivamente le indicazioni che vengono dalla banca centrale. Pochissimi consulenti sanno come viene gestito praticamente un fondo o che magari siano stati in azione sul mercato: non è il loro compito. Volete una dimostrazione? Andate a vedere i rendimenti di tutti i fondi d’investimento alla fine della bolla speculativa dell’inizio di questo decennio: come è possibile che tutti i piccoli risparmiatori che avevano investito in fondi hanno perso tutto il guadagno che erano riusciti ad accumulare e spesso una parte del capitale di partenza? Eppure una delle regole da tenere rigidamente sui mercati è quella di proteggere i propri guadagni. Il problema che i nostri risparmi sono gestiti con troppi passaggi e il tempo, sui mercati, è determinante!

Altro discorso bisogna fare per chi, invece, come me, ha deciso di vivere di trading e quindi passare da una gestione dei risparmi consapevole ad una vera e propria professione. Si avete capito benissimo, professione, una difficilissima professione, ma di questo parleremo più approfonditamente nei prossimi articoli.

Vi sembrano motivi sufficienti per cercare di capire meglio come funzionano i mercati?

Bene, allora seguiteci!

Noi di TradingReale abbiamo un obiettivo: essere chiari. Aiutateci e, insieme, faremo un buon lavoro!

Nessun commento

Inizia la discussione

Nessun commento ancora

Puoi essere il primo a commentare.

I tuoi dati sono al sicuroIl tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato e nessun dato sarà condiviso con altri.